Marco Carta e James Franco: siamo gay, qual è il problema?

La notizia è di quelle destinate a scuotere le fondamenta dell'universo. Eh sì, perché i personaggi di cui parliamo sono il grande James Franco e il celeberrimo Marco Carta ("mica pizza e fichi!" si direbbe a Roma).

Dalla sua prima apparizione in TV, molti hanno insinuato che Marco Carta è gay accendendo il dibattito sul web e distribuendo presunte prove fotografiche della sua omosessualità (chissà mai perché). Nei forum e nei blog il pubblico si divide: per alcuni non c'è alcun dubbio: Marco Carta è "una frocia persa" e addirittura c'è chi vanta di aver avuto una storia con lui (o, più facilmente, di conoscere il cugino di un amico del fratello di un tizio che veniva in palestra come me che ha detto che ci ha fatto sesso); altri, soprattutto tra le sue fan, sono pronti a mettere la mano sul fuoco sulla sua eterosessualità e anche tra di loro c'è sempre l'amica di una cugina della parrucchiera della madre di una zia di Carta che ha avuto una storia con lui e può testimoniare che è uno stallone "eterissimo".

A buttare benzina sul fuoco ci si mise anche Fabri Fibra che in "Double Trouble" usa il povero cantante cagliaritano per una sua metafora: "Due righe parallele che viaggiano all'infinito / Nello spazio vuoto senza mai toccarsi l'una con l'altra / Come la figa e Marco Carta". Tutte queste accuse hanno costretto l'Amicodimaria a smentire in continuazione:
"Non sono gay, e se anche fosse che male ci sarebbe?"
Marco Carta può consolarsi: anche Marco Mengoni, secondo Fibra, è gay e non ha il coraggio di fare coming-out. Ma mentre Carta confessa di aver sofferto molto per questa accusa, si lamenta che "la gente è cattiva" e non è disposto a fare dell'ironia sull'argomento, Mengoni in un'intervista risponde:
“Fidanzato? Attualmente aspetto, non ho tempo… Ma sono indeciso se mi piacciono i ragazzi o le ragazze
[Certo che se non sai neanche cosa ti piace non stai messo tanto bene. Ma, onestamente, bisogna ammettere che è una condizione molto più diffusa di quanto non si creda: siamo più abituati a definirci in base a cosa non vogliamo e a cosa non siamo, piuttosto che a comprendere ciò che desideriamo e quali traguardi vogliamo raggiungere]

Ora, per voi questo argomento potrà sembrare superficiale, ma per le Cartine (cioè, ma quanto è squallido il nome "cartine"?) è un vero e proprio dramma. Però, caro Marco Carta, permettimi di darti un consiglio: se la tua popolarità si regge sui fan club di quindicenni adoranti e se ad ogni concerto vieni accolto da folle di Cartine urlanti, ti sembra una cosa intelligente essere andato a convivere con Francesco Mariottini? Per chi non lo sapesse, Mariottini è un ballerino Amicodimary, muscoloso, col caschetto biondo da principe azzurro e il tasso di virilità più vicino a Signorini che a Schwarzenegger.

Recentemente la coppia si è separata "ma siamo sempre amici" rassicurano (sì, di Maria). Ma qualcuno mi spiega perché due come Carta e Mariottini - che guadagnano abbastanza da permettersi di comprare una casa grande quanto un campo di calcio ai Parioli o al centro di Milano - decidono di convivere? Volevano smezzarsi l'affitto? Si sentivano soli? Carta, che non ha finito le superiori, voleva provare il brivido della vita da studente fuori sede? E su, Marco, allora te le cerchi! È come se io mi facessi fotografare a letto nudo insieme a Vin Diesel e poi dichiarassi ai giornali:
"Lo stavo solo ospitando per la notte, ma siamo solo amici e ci piace la patata, eh. E se dite il contrario ci soffro e siete cattivi".
Non pensate che questi problemi li abbiamo solo in Italia. Anche l'attore James Franco, avendo interpretato diversi ruoli da omosessuale, è stato "accusato" di esser gay (che poi cosa c'è da accusare? mica è un reato o un crimine!) e ha precisato in un'intervista:
"Se fossi gay lo direi. Credo che la ragione per non farlo sarebbe quella di non rovinarsi la carriera. Suppongo che questo sia il motivo per cui molti non lo dicono. Ma no, non è un motivo che mi avrebbe scoraggiato, io faccio ciò che mi prefiggo di fare. Tutti pensano che io sia gay perché mi piacciono questi ruoli. Ma non è vero, non fumo marijuana e non sono gay"
È ora di finirla di credere che un attore sia come i personaggi che interpreta! Ha fatto bene James a precisare che non fuma marijuana, perché dopo il film "Strafumati" (2008) chissà cosa avrebbero pensato i fan. Certo, una recente intervista nella quale, parlando del suo ennesimo ruolo omosessuale, afferma: "Forse sono gay" non aiuta molto a chiarire la questione. E bisognerebbe anche capire com'è che questi ruoli gli piacciono tanto.

Ma a parte Rupert Everett, non è che se uno interpreta il ruolo di un gay significa che è gay. Del resto James Franco ha anche recitato in tutti e tre gli "Spider-Man": non penserete mica che è davvero il figlio di Goblin, no?

49 commenti:

  1. Nella mia vita non ho mai immaginato di incontrare un mio idolo musicale per trombarci, ma cos'ha in testa la gente? Perché sapere che è gay dovrebbe cambiare qualcosa? Mi verrebbe da urlargli "cretina! tanto non te lo saresti mai trombato comunque!".

    Ora, pensando a queste decerebrate, mi permetto di prendere in prestito il loro gergo e commento sul secondo maschietto che è di gran lunga più interessante: Io LOVVO James Franco!!!11!1!

    RispondiElimina
  2. Minchia ma ci sono tutte ste love stories dalla MDF?

    Ma io credo che sia la stessa MDF a chiamare il direttore di una certa rivista di "Chi" sappiamo.
    E a dire che qualcuno secondo lei è allergico allo sticchio, e gli piace la mianchia; alla favola della fata che fa avverare i sogni dei ragazzi io non ci ho mai creduto.

    Poi le tifoserie, come le chiami tu, fanno tutto il resto... e intanto è tutta pubblicità >_<

    RispondiElimina
  3. penso che in queste storie ci siano in ballo gli interessi dei produttori di questi artisti che essendo persone più "mature" hanno paura di perdere consensi e denaro per un possibile coming out dei loro clienti.
    Premettendo che non sono una cartina ne una mengoniana, però mi domando come reaggirebbero i fan di Fibra o Marracash ad un loro coming out?

    RispondiElimina
  4. lasciate in pace Marco Carta!!!Basta,non se ne puo' piu'!!!L'ha detto 100.000 volte che non e' gay,come vi permettete di fare un titolo (falso) del genere??Non sapete piu' a cosa appigliarvi pur di avere clic in piu'!!Addirittura nel titolo scrivete cose che Marco non ha mai detto!!Siete vergognosi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scusa... gay o non gay... ti cambia l'esistenza... io credo che a te interessi il suo timbro vocale... o sbaglio?

      Elimina
    2. Secondo me voi nn sapete fare altro che giudicare i gay io sn uno di loro,e sono un grande fan di marco,lo stimo , in più la gente non sa farsi una vita propria.
      solo perché siete fans di Fabri fibra,marrachs e EK,pensate di essere più fighi???

      Elimina
  5. hai capito roccia,
    siete vergognosi!
    vergognatevi!

    hai detto quale foto eri tu o sei il solito omertoso?

    RispondiElimina
  6. comunque Ano non ha tutti i torti. hai fatto un post con un titolo da "il giornale". in pratica il titolo dice una cosa, e il post un'altra.

    vergognateVi.

    RispondiElimina
  7. Io amo James Franco. Amo la sua voce quando recita, amo il suo sorriso, amo il suo sguardo, amo quelle rughette d'espressione che gli vengono attorno agli occhi quando sorride. Forse lui non è gay, ma solo perchè non mi ha ancora conosciuto.

    Ecco s'è capito che se esistono le cartine, io allora sono un franchino a tutti gli effetti! XD

    RispondiElimina
  8. Io quoto e straquoto Luis, che mi ha tolto le parole di bocca. Dopo aver visto James in Milk e Howl me ne sono totalmente innamorata e la mia devozione nei suoi riguardi non dipende certo da chi lui ama, ma dalla sua estrema bravura come attore.
    Il gossip però fa vendere, e quindi si lucra anche su questo.

    RispondiElimina
  9. Ma Roccia te lo sei scritto tu il commento anonimo ammettilo :-)

    Non è che sotto sotto sei un po' cartone! :-)

    RispondiElimina
  10. no vittorio,mi dispiace,l'anonimo sono io,veramente quando ho messo il commento ci deve essere stato un disguido tecnico in quanto credevo di aver messo il mio nome.Sono Marghe,una fans di Marco molto affezionata che segue giorno dopo giorno le notizie che lo riguardano,quindi sono informata su tutto quello che Marco dice e sono indignata da questo titolo bufala messo solo per catturare clic.Ripeto,l'autore di questo articolo dovrebbe vergognarsi e basta!

    RispondiElimina
  11. Allora mi sono informato, James Franco ha rilasciato un'intervista in cui prendeva simpaticamente in giro i quesiti sulla sua identità sessuale e all'elencare i vari motivi per cui gli interessava interpretare ruoli di omosessuali, terminando con "o forse sono proprio gay!". Era però una battuta secondo me, derivante proprio dal fatto che si sente così a suo agio da non temere che gli si affibi il termine "omosessuale"...il che me lo fa piacere ancora di più!!!

    Per quanto riguarda Marco Carta invece, non è solo gay, è l'essenza della finocchiaggine.
    Comunque uno degli autori di Amici, il più importante, è gay e quindi ha una certa predilezione per "le sorelle" e di gay nella trasmissione ce ne sono stati così tanti che è ragionevole pensare siano almeno la metà dei ragazzi. Alcuni li si vedono bellamente in certi locali, altri hanno trombato con dei miei amici(conoscenze dirette che conosci anche tu Roccia, quindi niente cugini dell'amica di un mio amico;o)) e altri ancora fanno pubblicamente le marchette online.
    La storia della fan di Marco Carta mi sembra fasulla e architettata ma queste realtà così tristi sono spesso vere:o)

    RispondiElimina
  12. Ma Marghe stavo facendo un po di ironia per sdrammatizzare, c'era la faccina sorridente ... cosi :-)

    Sdrammatizzare xche non può essere considerato una sventura o un merito l'orientamento sessuale di un cantate; a un biondo se gli dici che è moro mica si incazza.
    Poi a un fan non dovrebbe importare più della sua musica che del suo "locus amoenus", giacché lui è cantante?

    Non prendertela, sono loro i primi a giocare con questi spot (a volte ne sono gli artefici), essere al centro dell'attenzione è anche un modo per non scomparire sommersi dai nuovi idoli che "VostraSignoraDeiTalent" sforna ogni anno.
    Se ti piace la sua musica comprati i sui CD e fregatane se poi la sera si struscia con il ballerino bonazzo di turno o con la 18enne che gli ha fatto firmare la zinna.

    P.S.
    Vai su About e poi leggi sotto la voce Disclaimer.

    :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me non sapete fare altro che giudicare i gay,io sono uno di loro,e sono un grande fans di marco Carta e lo stimo.secondo me non è giusto che giudicate le persone e non sapete farvi una vostra vita.non è giusto che giudicate marco se non lo conoscete neanche...

      Elimina
  13. > Merdicchio, figurati che ho conosciuto delle "sorcine" che dicevano che avrebbero voluto fare sesso con Renato Zero e avevano poster e calendari in casa... brivido!

    > Vittorio, di MDF ne parlerò nei prossimi giorni. E anche di quel viscido di Signorini.

    > Loran, il guaio dei fan è che sono fan. La mentalità del fan, di chi ha bisogno di un idolo, è immatura di base, qualsiasi altra considerazione si innesta su questo terreno è comunque deformata.

    RispondiElimina
  14. > Oscar, hai ragione, ora mi cospargo il capo di cenere. Prima di andare a Canossa in ginocchio, ti spiego: il titolo è come tutti gli altri dell'IWB (tipo la dieta del mac, Ipazia di Alessandria etc). Serve a provocare, ovviamente, ma anche a condensare il senso dell'articolo: Franco ha dichiarato "forse sono gay". E Carta ha detto "E se anche fosse?". Li ho solo fusi :))

    PS. Ho risposto nel post. Dopo controllo se il commento è stato pubblicato.

    > Luis, allora ti auguro di incontrarlo!

    > Stefy, è proprio così: ne è prova che questo post su persone delle quali non me ne frega una mazza è più letto di quelli che trattano lo stesso argomento (il coming out) in modo più serio...

    > Ciao, Marghe, e benvenuta nell'IWB! Grazie per aver inserito in Nome nel commento (quando ho visto il commento anonimo stavo per cancellarlo).
    Come vengono scelti i titoli l'ho spiegato nella risposta ad Oscar. È interessante però che nessuna "fan di James Franco" gridi mai allo scandalo o si senta intimamente offesa per qualcosa che viene detta su di lui. È una cosa che fa riflettere.
    Un suggerimento: perché non cerchi i commenti delle fan di Tiziano Ferro prima del 2010? Sarebbe istruttivo...

    > Merdicchio, i link alle interviste di Franco e Carta sono già tutti nel post, basta cliccarci sopra.
    Franco, come dici tu, ha dimostrato di essere una persona matura e spiritosa.
    Il ragazzino sardo che conviveva con il ballerino, invece, se diventa così isterico si vede che deve ancora crescere. O accettarsi.

    PS. Lo so che la metà di quelli di Amici stanno nei locali gay e si sbattono come odalische maiale, ma per poter affermare "lo so al 100%" dovrei fare nomi e cognomi e non voglio farlo, per cui nell'IWB non mi gioco mai la carta del "io lo so, l'ho visto coi miei occhi".

    PS2. Che intendi per "fasulla e architettata"? Pensi che Marghe non sia una fan? Io, purtroppo, penso che lo sia. Nel web è pieno di idolatri. E anzi, rispetto ad altri blog e forum che ho letto (perché prima di scrivere un post lo sai che leggo tutto quello che posso sull'argomento, mi conosci) mi ritengo fortunato che non siano apparsi i soliti maleducati e frustrati a infestare il blog...

    > Vittorio, il guaio di chi ha un "idolo" è che non guarda ai meriti oggettivi del cantante/attore/comico/politico etc. Guarda alla persona. alla propria idealizzazione della persona. A me se si scoprisse che il mio contante preferito è un nazista o che investe i gatti e picchia le vecchiette non cambia nulla: la sua musica mi piace, lui può anche andarsene aff****.

    RispondiElimina
  15. PS. Cioè, per la prima volta da quando ho messo le statistiche, un post ha superato quello sul fisico perfetto e quello sui Gay da spiaggia. Sono allibito.

    RispondiElimina
  16. E ti sorprendi del superamento? Non c'è nulla che tira di più sulla dete del sapere chi ha a letto cosa e con chi... mi sa che avresti avuto ancora più successi però se avessi fatto un plastico come quelli del vespone...

    RispondiElimina
  17. aperta graffa, piccolo inciso che non centra{Non allibirti ... hai visto il (magari sul web ovviamente) tg stasera ?

    io credo che prenderò del plasil ...
    E lo stadio continua a sostenerlo ... ancora il 30% ha perso solo il 0.3 da dicembre.
    Ovviamente non sto parlando delle quote di microsoft }

    RispondiElimina
  18. > Majin, in effetti il gossip è uno dei temi che va più di moda nei blog. E i post che parlano di Amici e del Grande Fratello sono in assoluto quelli più scritti e più letti. La nostra civiltà è teledipendente, cioè sciocca, arrogante e superficiale come la tv (la tv in generale, ovvio che ci sono programmi ottimi, ma sono pochi e meno seguiti).

    Per non parlare delle telenovelas noir come il caso Scazzi e Cogne. Tristezza. La gente si accapiglia e si insulta per Marco Carta (che non è nessuno, ma almeno un mestiere ce l'ha) o per Mauro Marin (che è ancora meno di nessuno, e l'unico mestiere che ha è di essere un prodotto tv) e non se la prende per chi gli toglie i diritti da sotto il culo, li impoverisce economicamente e culturalmente. È proprio una cultura di mer** quella in cui viviamo, consentimi lo sfogo.

    Internet poteva essere l'opportunità per affrancarsi da questo tipo di informazione, e invece...

    > Vittorio, non ho visto il TG, leggerò le notizie sui giornali e vedrò qualche spezzone su youtube. Ma proprio stasera io e Mastro Lindo parlavamo del Nanofardato e gli ho detto che sarebbe triste se fosse condannato per una questione di zoccole. Non perché non debba essere condannato (tanto in galera non ci va, è un vecchio di 80 anni ormai) ma perché così sarebbe come con Al Capone, condannato per evasione fiscale. Solo che la gente di Al Capone sa che era un mafioso assassino. Del NF invece rimane l'impressione che il suo unico torto è che gli piace scopare. Tristezza al cubo.

    RispondiElimina
  19. {Bhe allora c'è stato un fenomeno di entanglement xche io al telefono gli ho detto più o meno la stessa cosa al mio fidanzato (che per comodità chiamerò Ten.Col.).Il Ten.col a volte sostiene che addirittura molti italiani in qualche modo si eccitino leggedo delle imprese del monarca nostro ihihihih.
    Mi piace molto tristezza al cubo, rilancio con un Tristezza! (fattoriale ahahhaha)}

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. Ciao Roccia non dico nulla sul post sia perché è abbastanza chiaro l'intento con cui lo hai scritto (e mi spiace per chi non lo ha capito, scrivendo parole a mio avviso sterili - mi riferisco a marghe per non creare malintesi - e dettate dalla voglia di salvare un ragazzo dal male, come se l'essere definito omosessule possa essere la cosa più spregevole in cui un essere umano possa incappare - sono polemico?-)sia che questo tuo articolo non aveva altri scopri se non quello di arrivare a fare una cosiderazione importante alla fine.
    Detto questo voglio soffermarmi alla tua risposta al commento di majin... non credo che la maggior parte della gente che segue la tv sia la stessa che segue i blog, credo che questo post sia stato visitato solo perché presenta nel suo titolo due nomi in voga oggi... Fammi credere che almeno su internet la gente cerca la differenza che in tv non trova, perché se così non fosse sarebbe triste e preoccupante

    RispondiElimina
  22. Mmmm....secondo il mio modesto parere c'è un interesse abbastanza morboso nei confronti delle preferenze sessuali degli altri.
    Sicuramente il problema continuerà a presentarsi per i prossimi 20 o 30 anni, fino a quando (spero) le persone impareranno cos'è la tolleranza e apriranno le proprie menti: se l'accettare l'omosessualità non fosse uno scoglio così grande probabilmente nessuno si porrebbe il problema.
    Detto questo vorrei aggiungere 2 cose:
    -la prima è che anche io spesso incappo in questo errore, e sto cercando di abbattere certi meccaniscmi mentali;
    -la seconda è che mi piacerebbe sentire risposte più efficaci da parte dei VIPSSS...secondo me hanno tutte le carte (PR al seguito) per far emergere l'idiozia di certe questioni.

    RispondiElimina
  23. come scolpire il fisico, trovare una spiaggia finocchia e marco carta. stiamo proprio nella merda he?

    la mia sul titolo era una provocazione sulla provocazione. però cospargiti lo stesso il capo di cenere, perchè ricordati: vergognateVi. :-)

    RispondiElimina
  24. Marco Carta è l'ex del mio attuale ragazzo, stavano insieme prima che fosse famoso. Quindi si, è gay :).

    RispondiElimina
  25. > Francesco, purtroppo non per tutti è chiaro, evidentemente. Per quanto riguarda "il popolo di internet", purtroppo non è un popolo. Sono gli stessi cittadini italiani che votano, fanno la spesa, vanno (o mandano i figli a) scuola e inviano l'sms per il televoto di Amici e compagnia bella. Alcuni usano il cervello in modo critico (pochi) altri si lasciano manipolare consensualmente (i più).

    > Summ3w1nd, magari ce ne liberassimo tra 30-40 anni. Purtroppo si assiste ad una involuzione della cultura, basta vedere i tassi di razzismo, di xenofobia, di sessismo, di ignoranza attuali...

    > Oscar, Ci vergogneremo e Ci cospargeremo il capo di cenere, promesso :)

    > Ale, se sei l'Ale del blog omonimo, il tuo ex soffre di qualche turba mentale, perché passare da Carta a te significa non avere le idee tanto chiare...

    RispondiElimina
  26. @Roccia: No mi spiace, non ho nessun blog attualmente attivo (lo avevo in passato, ma si chiamava in un altro modo) sono solo un neolettore di questo blog ed ho letto per caso l'articolo. Ti ringrazio comunque ;)

    RispondiElimina
  27. Ciao a tutti, sono una delle tante fan di Marco Carta, volevo solo dire che per quanto riguarda l'orientamento sessuale di Carta per noi è ininfluente, che sia etero o gay che cambia?!...proprio nulla. Carta ha detto di essere etero e noi non abbiamo nessun motivo per dubitare il contrario, ma se domani si dichiarasse gay, continueremmo ad amarlo,ad acquistare i suoi dischi ed andare ai suoi concerti!

    RispondiElimina
  28. > Ale, allora bevenuto sull'IWB!
    In questo caso non so se abbia scelto meglio o peggio. Spero per te (e per lui) che sia meglio :))

    > Marzia, benvenuta anche a te! Queste sì che sono le parole di una persona intelligente, complimenti! Fan o non fan, il cervello va usato, e chi ragiona come te, Marzia, significa che lo usa!
    Anche io sono dell'idea che finché uno si dichiara etero, fosse pure Renato Zero o Malgioglio, lo considero etero. Poi chiaramente posso credere che stia mentendo, e in alcuni casi che il tizio stia mentendo spudoratamente è palese e ci sono le prove (tra qualche giorno farò anche alcuni nomi...).

    Sinceramente non mi interessa nulla di Carta (non ho la tv per cui per me è relativamente uno sconosciuto). Ho scritto il post perché ho letto nella stessa serata l'articolo su lui e Mariottini e quello su James Franco, E mi faceva sorridere che uno si sgoli tanto a dichiarare che è etero e poi andare a convivere con un uomo. Al di là del fatto che non ne aveva bisogno etc., ma dico io: non hai un manager che ti avverta che non è un'idea tanto furba? Soprattutto dopo che i media da anni ti "accusano" di essere omosessuale...

    Comunque, tornando a noi: ancora complimenti, Marzia e grazie del commento!

    RispondiElimina
  29. Roccia,se per te Marco Carta e' il nulla e non guardi la tv (ti ricordo che Marco Carta e' un fior di cantante,ha pubblicato cd di successo tra cui TI RINCONTRERO',LA FORZA MIA e IL CUORE MUOVE oltre a tournee di altrettanto successo)perche' ne parli,ti va bene solo per parlare della sua vita privata? Io penso ci vorrebbe un po' di coerenza,se non ti interessa non ne parli,punto.Invece vedo che ti fa comodo parlarne,per avere tu visibilita'.Con questo chiudo.

    RispondiElimina
  30. non riesco a capire perche' il commento mi e' uscito ancora in anonimo comunque l'ho scritto io quello precedente.Sono sempre Marghe e mi dispiace che mi abbiate attaccata in massa.Non ho detto nulla di male.

    RispondiElimina
  31. > Marghe, di una persona si può parlare sotto molti aspetti. Il giorno in cui parlerò di Carta come cantante (o di James Franco come attore) sarò felice di avere altri tuoi commenti.

    Inoltre, cara Marghe, si possono avere opinioni differenti, ma non significa che solo chi ha la tua stessa opinione può esprimersi.
    Tanto per capirci (e per anticipare un eventuale post sul tema) per te Carta è "un fior di cantante". Ok. Io invece penso che sia un fuoco di paglia e abbia testi banali e mediocri (tipo "e così riprendo fame e fiato"). Le melodie neanche le ricordo, dovrei andare a cercarle su YouTube.
    Puoi non essere d'accordo con questa opinione, ma è un'opinione altrettanto legittima e se ne può parlare ugualmente, no?

    RispondiElimina
  32. Un'ultima cosa, a cui tengo parecchio: Carta non mi dà visibilità. Non sono aumentati il numero di followers né il post è letto al di sopra della media degli altri post (come fu invece sul post su Vendola e su quello sul gay parenting). Chi legge questo post, anche se ci capita per sbaglio, poi non mette l'IWB tra i preferiti, per cui non me ne faccio nulla.
    I post che considero "riusciti" sono quelli che provocano commenti e ulteriori post con ulteriori commenti. Dei semplici clic non me ne importa niente né ci guadagno niente.

    Però, sinceramente, tu che sei abituata ai forum in cui si parla di Carta, te la senti davvero di dire che se stata "attaccata in massa"? Metà degli inWonderGuest non ti si è filata e gli altri hanno risposto con educazione e pacatezza. in confronto al covo di maleducazione, arroganza e ignoranza che si trovano in molti di quei forum, direi piuttosto che dovresti essere contenta di come stiamo dialogando!

    RispondiElimina
  33. Grazie Roccia :D e nonostante la pensi diversamente da te, riguardo Carta artista, rispetto le opinioni degli altri se vengono esposte educatamente anche in modo ironico!
    Marghe non mi pare ti abbiano attaccata in massa, anche Vittorio è stato molto simpatico nella sua risposta, forse dovresti prendere le cose con un pò più di leggerezza e aggiungerci un pizzico d'ironia :D

    RispondiElimina
  34. > Marzia, è ufficiale: sono gay ma ti amo eheheh :)

    RispondiElimina
  35. CHE articolo intelligente..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta, Sara!
      Qualcosa mi dice che la battuta era ironica. Ma fa lo stesso, w l'ironia! :)

      Elimina
  36. Non so perché mi ero perso questo vecchio post.
    Il post è divertentissimo, ma i commenti ancora di più.
    La comicità involontaria è la mia preferita! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come avevi fatto a perdertelo! È(purtroppo) il primo in classifica da 2 anni!

      Elimina
  37. Acuto Osservatore26 novembre 2012 18:38

    Marco Carta è etero quanto i pantacollant leopardati...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahha Acuto Osservatore, benvenuto! Questa frase va dritta nel Caffè del Roccia!

      Contento? Neppure arrivato e già menzionato! :)

      Elimina
  38. non so chi sia Marco Carta ma da oggi credo fermamente che sia gay. (non è snobbismo, è che sono fuori dall'Italia da un po')

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, hai tutta la mia invidia, Serir (a meno che non sei in Nigeria: in quel caso sono combattuto se sia meglio restare in Italia o no...).
      Il vantaggio di non sapere chi è Marco Carta è impagabile, fidati.
      Ah, dimenticavo: benvenuto!

      Elimina
  39. Il mondo dello spettacolo, italiano e straniero è pieno zeppo di artisti omosessuali, che fanno di tutto, non solo per nascondere il proprio orientamento sessuale, pena perdere contratti e pubblico (di decelebrate ovvio, perchè il loro idolo mai e poi mai le prenderebbe in considerazione, non solo per gusti sessuali, ma se dite loro che è gay vi ucciderebbero, idem se lo fotografano con una ragazza, messa al rogo, non senza però evidenziare quanto il LUI della situazione si tromba tutte quelle che respirano intorno e le mette incinte con un unico sguardo ... tristezza) ma fanno anche credere di essere degli autentici play boy (da strapazzo) così da cadere nel ridicolo assoluto.
    James Franco è un attore straordinario, scherza spesso sull'argomento, snobbando e deridendo la morbosità altrui, rimescolando le carte con dichiarazioni tipo "No, non sono gay, ma mi piace baciare gli uomini e fare queste parti" il che spiazza un pochino, nell'attesa di vederlo un giorno con un compagno o meno ;)
    Per Marco Carta, che dirvi?
    Ho appena visto un servizio fotografico di lui, con il manager e mi sembravano una coppia affiatata (anche Marc Bomer, che ha lasciato basite tutte quelle fan con il prosciutto sugli occhi, nel suo coming out definitivo ha confermato non solo di amare da anni il suo manager, ma hanno pure tre figli da utero in affitto).

    E' un classico avere una relazione con il proprio manager od assistente, perchè è una persona sempre con l'artista e quindi non dà particolarmente nell'occhio.

    Il leader degli Scissor Sisters ha infine dichiarato di recente che un sacco di suoi colleghi sono gay, ma non lo ammetterebbero nemmeno sotto tortura, se no perderebbero tutto: sono pressati dai manager e dalla case discografiche, che ritengono di subire pesanti perdite nelle vendite ed ai concerti, se gli stessi si dichiarassero.
    Quindi non stupiamoci se poi questi bevono, si drogano e fanno solo casini: una vita finta alla fine ti distrugge, dopo averti logorato a poco a poco.
    Purtroppo.

    RispondiElimina

Non sono ammessi commenti Anonimi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...